Le Frasi celebri di Niki Lauda ed il video documentario dell’incidente

Il Re della Formula 1 ha avuto sempre la capacità di sintetizzare in poche parole concetti e significati importanti. Non amava parlare di se Niki Lauda, ma le sue frasi più celebri sono cariche di ricordi ed emozioni, che raccontano la sua esperienza, i momenti più difficili, in particolare l’incidente che lo ha segnato per tutta la vita, questo non gli ha impedito di essere ancora più forte.

Tutto accadde così velocemente che non ebbi il tempo di capire. I primi momenti in ospedale furono terribili. Urlavo per il dolore delle ustioni. Ma appena la situazione si normalizzò mi posi il problema se sarei tornato a correre oppure no. Ero integro dentro, solo la “carrozzeria” aveva riportato danni. Non avevo nessun dubbio: volevo e potevo tornare. Trentasei giorni dopo quando l’ingegner Ferrari mi vide a Fiorano in quello stato era spaventato e sconcertato. Ammetto che non fosse un bello spettacolo

un’altra volta riferendosi al rogo spaventoso disse:

Preferisco avere ancora il piede destro che funziona, piuttosto che un bel viso

(QUELLO COMPLETO LO HANNO CANCELLATO😥)
Un documentario che getta uno sguardo più ravvicinato sul terribile incidente occorso a Nichi Lauda nel 1976 a Nurburgring, sulle sue conseguenze immediate e su quelle più a lungo termine nella gestione della sicurezza nelle corse automobilistiche…

L’uomo è capace di ammettere tutto. A parte di essere un pessimo pilota

La cosa più importante per capire come va una macchina è il culo. 

Pensando positivo e vivendo sempre fino in fondo tutte le esperienze, Clay Regazzoni mi ha insegnato ad amare la vita. Il gusto della vita l’ho imparato proprio da Clay, e dopo il mio incidente il suo insegnamento è stato ancora più prezioso. Perché se c’era un talento di Clay superiore agli altri questo era il suo pensare positivo.

Innervosito dalle performance della Jaguar nel 2002, Lauda, qui con Piquet proprio quell’anno, disse: “Spero che l’auto medica non ci superi in partenza

Ci sono migliaia di ragazzini che sanno correre più veloce di me, ma io guido una Ferrari

Anche una scimmia potrebbe guidare una Formula 1 attuale. Quindi anche io

Visti gli stipendi attuali dei piloti, se fossi americano, probabilmente farei causa a mia madre per avermi messo al mondo troppo presto.

Non è facile essere perfetto, ma è bene che ci sia qualcuno che lo è.

Visto che il mio mestiere dipende unicamente dal mio piede destro, il mio aspetto fisico mi interessa poco.

Sulle sue emozioni quando gli fu impartita l’estrema unzione dopo l’incidente dell’agosto 1976:

Mi sono detto, non può andare così con me. Di colpo mi sono motivato a sopravvivere.

Dopo il trapianto del polmone nel 2018: “

Sono morto per poco tempo, ma sono resuscitato.

Non ho mai fatto programmi di vita, se non a breve. Le mie decisioni sono sempre state prese al momento. È un modo per sentirmi libero e ritagliarmi un grande spazio mentale. Mi fanno paura quelli che già sanno che cosa faranno il 22 settembre. Io sono per l’improvvisazione, per la massima flessibilità.

0 0 Votazione
Article Rating
Articolo precedenteNiki Lauda è stato… Frase di Ayrton Senna
Articolo successivoNon sei mai troppo piccolo per fare la differenza… Frase di Greta Thunberg
Andreas Nikolaus Lauda, detto Niki (nato aVienna, 22 febbraio 1949 – morto a Zurigo, 20 maggio 2019), è stato un pilota automobilistico, imprenditore e dirigente sportivo austriaco.Tre volte campione del mondo di Formula 1 (nel 1975 e 1977 con la Ferrari, nel 1984 con la McLaren), come imprenditore ha fondato e diretto tre compagnie aeree, la Lauda Air, la Niki e la Laudamotion; come dirigente sportivo, dopo essere stato consulente per Ferrari e avere diretto per due stagioni la Jaguar Racing, dal 2012 fino alla sua morte ha ricoperto la carica di presidente non esecutivo della Mercedes AMG F1.Ha disputato 171 Gran Premi, vincendone 25, segnando 24 pole position e altrettanti giri veloci. Ha avuto una carriera sportiva di grande livello guidando per March, BRM, Ferrari, Brabham e, infine, McLaren.Considerato uno dei migliori piloti della storia, era soprannominato Il computer per via della sua freddezza al volante.Nel 1976, sul circuito del Nürburgring, ebbe un grave incidente che lo lasciò sfigurato e con ustioni di terzo grado su tutto il corpo. (wikipedia niki lauda)
Iscriviti
Avvertimi
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments