venerdì, Maggio 14, 2021
HomeTemiFrasi sulle rughe

Frasi sulle rughe

Frase di Luigi Pirandello Ma se ora interviene in me la riflessione, e mi…

Ma se ora interviene in me la riflessione, e mi suggerisce che quella vecchia signora non prova forse piacere a pararsi così come un pappagallo, ma che forse ne soffre e lo fa soltanto perché pietosamente, s'inganna che, parata così, nascondendo le rughe e le canizie, riesca a trattenere a...

Poesia di Carlos Drummond de Andrade Di tutto è rimasto un poco. Della mia paura. De…

Di tutto è rimasto un poco. Della mia paura. Del tuo ribrezzo. Dei gridi blesi. Della rosa è rimasto un poco. È rimasto un poco di luce captata nel cappello. Negli occhi del ruffiano è restata un po' di tenerezza (molto poco). Poco è rimasto di questa polvere che ti coprì le scarpe bianche. Pochi panni sono rimasti, pochi veli rotti, poco, poco,...

Incipit di “Delitto senza castigo”, di Ray Bradbury Era un’idea così perfetta, così sublime, così i…

Era un'idea così perfetta, così sublime, così incredibile e così eccitante per un delitto che quasi mi pareva di impazzire. Mi era venuta alla mente, chissà perché, il giorno del mio quarantottesimo compleanno. Perché non l'avessi pensata quando avevo trenta o quarant'anni, non saprei dire. Forse quelli erano gli anni migliori...

Incipit di “Oblomov”, di Ivan Aleksandrovic Goncarov In via Gorochovaja, in una di quelle grandi cas…

In via Gorochovaja, in una di quelle grandi case, la cui popolazione sarebbe stata sufficiente per tutta una città di provincia, se ne stava di mattina a letto nel suo appartamento Ilja Iljič Oblomov. Era questi un uomo di trentadue-trentatré anni, di media statura, di aspetto piacevole, con occhi grigio-scuri, ma...

Incipit di “Il santo”, di Antonio Fogazzaro Jeanne si posò aperto sulle ginocchia il volume…

Jeanne si posò aperto sulle ginocchia il volumetto sottile che stava leggendo presso la finestra. Contemplò pensosa dentro la ovale acqua plumbea, dormente a' suoi piedi, il passare delle nubi primaverili che ad ora ad ora trascoloravano la villetta, il giardino deserto, gli alberi dell'altra sponda, le campagne lontane, a...

Incipit di “Il vecchio della montagna”, di Grazia Deledda Melchiorre Carta saliva la montagna, ritornando…

Melchiorre Carta saliva la montagna, ritornando al suo ovile. Era un giovane pastore biondastro, di piccola statura; una ruga gli si disegnava fra le sopracciglia folte e nere, che spiccavano nel fosco giallore del suo volto contornato da una rada barbetta rossiccia. Anche la sopragiacca di cuoio del suo costume era...

Poesia di Pierre Reverdy Tirati su carcassa e cammina Niente di nuovo so…

Tirati su carcassa e cammina Niente di nuovo sotto il sole giallo L'ultimo degli ultimi luigi d'oro La luce che si stacca Sotto le pellicole del tempo La serratura del cuore che scoppia Un filo di seta Un filo di piombo Un filo di sangue Dopo queste ondate si silenzio Questi segni d'amore dal crine nero Il cielo più levigato del...

Incipit di “Nuove storie dalla corte di mio padre”, di Isaac Bashevis Singer Lo chiamavano tutti Chaim il fabbro, ma in real…

Lo chiamavano tutti Chaim il fabbro, ma in realtà era ciò che qui in America si definisce idraulico. Riparava tubazioni dell'acqua e in particolare scarichi intasati del gabinetto, problema frequente nella nostra vita. Chaim era un uomo di media statura, forte e di spalle larghe, con una faccia bruna come il...